Cerca
sabato 25 maggio 2024 ..:: | Pratiche Energetiche » Qi Gong (Chi Kung) » Ding Shu Chi Kung (pratica con gli alberi) ::.. Registrazione  Login
 "Ding Shu Qi Gong" e "Shinrin-Yoku" Riduci

Nella tradizione cinese, la millenaria pratica del Ding (stabilire un contatto) Shu (albero) Qi (energia) Gong (lavoro), rappresenta il lavoro di tonificazione e purificazione della propria energia attraverso il contatto con l’albero. L’albero, infatti, tramite le radici che affondano nel terreno, si radica alla terra e da questa assorbe le sue energie; tramite i rami e le foglie, si estende verso il cielo per assorbire le energie cosmiche. Attraverso questa pratica, l’uomo può così scambiare energia con gli alberi utilizzandoli per scaricare le proprie tensioni e successivamente ricaricarsi di nuova vitalità.

Secondo la più recente pratica di origine giapponese, sviluppatasi a partire dagli anni Ottanta, lo Shinrin-Yogu, (letteralmente bagno di foresta) consiste nello stare immersi nel bosco, attraverso una passeggiata o anche solo rimanendo seduti ai piedi di un albero. In questo modo si può godere appieno degli effetti benefici del bosco e della natura potendo così rilassare corpo e mente dalle tensioni accumulate a seguito dei frenetici ritmi della vita quotidiana. Lo stare immersi nella natura aiuta così a ricaricare corpo, mente e spirito di nuove energie al fine di affrontare meglio le diverse vicissitudini che la vita propone.

In entrambe le tradizioni, vediamo che il bosco e gli alberi hanno una notevole importanza per ottenere un effetto rilassante su corpo e mente. Ad esempio, i profumi del sottobosco nelle diverse stagioni dell’anno, rilassano ed acquietano la mente. Un bosco o anche un parco cittadino sono dei piccoli polmoni verdi per le città ma diventano utili anche per riossigenare i nostri polmoni e conseguentemente tutti i tessuti del corpo.

La pratica al parco diventa importante in quanto unisce gli effetti degli esercizi Qi Gong ai benefici apportati dagli alberi e dal bosco. Osservando le piante e rimanendo immersi nel loro "campo energetico" riusciamo ad adattarci meglio al cambiamento tra una stagione e l'altra e, per estensione, anche ai vari cambiamenti che si possono incontrare nella vita di tutti i giorni.


 Stampa   

 La pratica con gli alberi Riduci

Ding Shu Qi Gong

 

In molte culture, l’albero è sempre stato visto come un mezzo per collegare la terra e gli uomini che la abitano al cielo e quindi alle divinità. Si vedano ad esempio i cipressi che spesso si ritrovano nei  cimiteri che, con le loro chiome strette e lunghe, si innalzano verso il cielo.

Anche nella pratica del Chi Kung vi è questo collegamento; infatti l’albero tramite le radici che penetrano ed affondano nel terreno, si radica alla terra e da questa assorbe le sue energie. Tramite i rami e le foglie, si stende poi verso il cielo per assorbire le energie cosmiche. Vi è poi il tronco che, trovandosi a metà tra radici e rami, è la zona che permette lo scambio di queste due potenti energie.
Tramite la pratica del Ding Shu Qi Gong, l’uomo può quindi scambiare energia con gli alberi utilizzandoli per scaricare le proprie tensioni e successivamente per ricaricarsi di nuova vitalità.

Qi Gong con gli alberi (a distanza)   Qi Gong con gli alberi (a contatto)

 


 Stampa   

Copyright (c) Marcello Morselli   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2024 by DotNetNuke Corporation